L’ESA cerca un medico per un progetto di ricerca in Antartide!

Sei un medico appassionato di ricerca e vuoi metterti alla prova studiando le capacità di adattamento fisiologiche e psicologiche dell’uomo in ambienti estremi?

Non farti scappare allora l’opportunità di lavoro che l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) mette a disposizione. L’Agenzia spaziale europea sta cercando un medico che faccia parte del team che da novembre 2018 a gennaio 2020 darà il suo contributo alla ricerca sulla base “Concordia” in Antartide

La stazione è formata dai laboratori delle stazioni IPEV del French Polar Institute e del PNRA italiano (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide). La meta è senz’altro particolare, per non dire remota e ostile dal punto di vista climatico.  L’ altitudine della base è di circa 4000 mt, la temperatura esterna media di circa -50° C con picchi di freddo fino a -80°C. Non si può certo dire che l’impresa sia fra le più semplici, ma sicuramente è fra le più stimolanti perché queste sono condizioni uniche e necessarie per raggiungere l’ambizioso obiettivo del programma: ottenere dati e informazioni per preparare la missione degli astronauti su Marte e sulla Luna

In particolare le ricerche per questa missione saranno focalizzate su:

  • Analisi della riduzione delle capacità di pilotaggio durante la permanenza prolungata in ambienti confinati ed estremi (Principal Investigator: Università di Stoccarda)
  • Studio avanzato del metabolismo osseo e muscolare, valutazioni biochimiche costanti dei livelli ormonali dei soggetti, e ricerche in campo nutrizionale (Principal Investigator: Università di Berlino)
  • Ricerche sulle variazioni del sistema immunitario e del microbiota intestinale nei soggetti residenti in un ambiente straordinario e confinato (Principal Investigator: Tubingen University Hospital, Germania)
  • Studio degli effetti dell’ipossia e dell’ipobarismo cronico e dei processi biologici  di adattamento dell’uomo a queste condizioni (Principal Investigator: German Aerospace Center, Colonia)

Aurora Boreale all’Agenzia Spaziale Europea

Se fra i vostri buoni propositi per il 2018 c’è quello di fare un’esperienza unica in un ambiente di altissimo livello per contribuire ai progressi della scienza, iniziate a pensarci… 

La deadline per l’invio del cv e della candidatura è fissata per il 4 febbraio.

PS: Abbigliamento tecnico necessario è contrattualmente messo a disposizione dall’ESA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *