Scienza ed età: adulti a 30 anni e anziani a 75!

Giovani“Quando diventerai grande?” Quante volte ci siamo sentiti fare questa domanda? Da oggi la scienza ci viene incontro.

Secondo la legge italiana e di molti paesi occidentali, a 18 anni si entra ufficialmente nell’età adulta, ma secondo la scienza, nello specifico secondo i neuroscienziati dell’Academy of Medical Sciences di Oxford, fino a 30 anni non si diventerebbe pienamente “adulti”. Ed ecco quindi la prova di ciò che abbiamo sempre pensato (soprattutto noi italiani, diciamocelo!) quando ci chiamavano “bambinoni” perché continuavamo a guardare i cartoni animati dopo pranzo all’università o passavamo le serate davanti ai video game.

Ma gli scienziati inglesi correggono il tiro e specificano che a 18 anni il nostro cervello sta ancora subendo importanti cambiamenti che possono influenzare il nostro comportamento. È quindi molto difficile dare una definizione di età adulta dato che il processo di crescita è un percorso evolutivo lungo molto poco definibile. Le leggi e le convenzioni sociali necessitano però di definizioni ed è quindi interessante vedere come con i progressi scientifici anche queste definizioni cambiano o possono cambiare.

Adulti più tardi e anziani ancora dopo. Solo qualche mese fa, infatti, la Società Italiana di Gerontologia e Geriatria aveva annunciato un altro importante shift di categoria. In Italia, la salute fisica e cognitiva dei 65enni di oggi è paragonabile a quella dei 40enni di 30 anni fa.

È dunque ufficiale che, in Italia, non si entra nella terza età fino a quando non si compiono 75 anni.

Ma dopo i 75? Un recente studio pubblicato su Nature Medicine dai ricercatori di biologia molecolare Severo Ochoa di Madrid dimostra la presenza di migliaia di nuove cellule nervose in via di maturazione nell’ippocampo in persone fino ai 90 anni di età. Questo studio si inserisce in un dibattito che dura da decenni e potrebbe portare nuove svolte nello studio di malattie quali l’Alzheimer.

 

Per saperne di più:

BBC
SIGG
ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *